Category:

Ciao, carissimo Massimo, compagno di una lotta che proseguiremo nel segno indelebile della tua arte

Maggio 14th, 2021 by
Il 13 maggio 2021, Massimo Staich se n’è andato.

La tua purezza cristallina ti permetteva di stare sempre dalla parte giusta, a fianco dei più deboli e contro il potere. E denunciare ogni ondivaga presenza e azione, con le tue opere che grondano del sangue di un’umanità (e un’animalità) calpestata. Un lottatore sei stato, coerente e infaticabile, sensibilissimo e carico di dolore, capace di gioire per ogni piccolo afflato di speranza. Di uomini del tuo stampo, rarissimo e prezioso, se ne incontrano pochi su questa nostra Terra. La tua morte lascia senza fiato. E questo vuoto sarà incolmabile.

Ciao, carissimo Massimo, compagno di una lotta che proseguiremo nel segno indelebile della tua arte.

Mariateresa Surianello

Il 13 maggio, a Roma, è venuto a mancare dopo una lunga malattia l’artista scenografo e illustratore Massimo Staich. Nato a Biella nel 1955, ma napoletano di adozione, nella città partenopea è attivo in ambito teatrale dai primi anni 90. L’associazione Tuttoteatro.com si stringe al dolore della compagna di vita Marina Rippa.

Il cammino condiviso con i Premi Tuttoteatro.com è stato una grande ricchezza per noi, a partire dall’immagine/manifesto della prima edizione del Premio dedicato a Dante Cappelletti, a cui si è aggiunto il riconoscimento per ricordare Renato Nicolini e poi il Miglior Teaser con la tavoletta Folla.

Le opere che Massimo Staich ha creato hanno dato un segno riconoscibile di uno sguardo lucido e autentico sul mondo contemporaneo.

Chiunque abbia conosciuto l’artista ha apprezzato la profondità ed efficacia delle sue opere, chiunque abbia conosciuto la persona non potrà dimenticare il suo modo gentile e discreto di non essere mai indifferente all’essere umano.

Con queste parole la direttrice dei Premi Tuttoteatro.com, Mariateresa Surianello, saluta Massimo Staich: “La tua purezza cristallina ti permetteva di stare sempre dalla parte giusta, a fianco dei più deboli e contro il potere. E denunciare ogni ondivaga presenza e azione, con le tue opere che grondano del sangue di un’umanità (e un’animalità) calpestata. Un lottatore sei stato, coerente e infaticabile, sensibilissimo e carico di dolore, capace di gioire per ogni piccolo afflato di speranza. Di uomini del tuo stampo, rarissimo e prezioso, se ne incontrano pochi su questa nostra Terra. La tua morte lascia senza fiato. E questo vuoto sarà incolmabile.

Ciao, carissimo Massimo, compagno di una lotta che proseguiremo nel segno indelebile della tua arte”.

Massimo Staich (Biella 1955 – Roma 2021)

Artista e scenografo sensibilissimo nel coniugare sempre etica ed estetica, nel 1992 fonda a Napoli, con Marina Rippa, Davide Iodice, Raffaele Di Florio e altri, il gruppo di ricerca teatrale libera mente. Con la compagnia realizza gli spettacoli La Tempesta – dormiti gallina dormiti!, I bambini della città di KI giganti – favola per la gente ferma, Che bella giornata!, Storia spettacolare di Guyelmo El Pesado che voleva rovesciare il mondo, per la regia di Davide Iodice e Io non mi ricordo niente per la regia di Davide Iodice e Mauro Maggioni.

Idea e progetta per libera mente le installazioni per Andarevenirestare, progetto realizzato nel 2000 nella chiesa sconsacrata di San Severo al Pendino di Napoli. Per l’occasione crea La stanza della memoria, una postazione audiobox che raccoglie storie, racconti, impressioni dei visitatori, e cura la mostra fotografica di Angela Maione, un reportage sull’attività di laboratorio realizzata con le donne della Comunità Alloggio “Cardinale Mimmi” di Napoli.

Collabora anche con altre compagnie: firma scene e oggetti artistici per diversi spettacoli, tra i quali Act of Mercy di Antonello Tudisco, Mothertongue di Contromanoteatro, Ragazzi di via Pal di Gaetano Colella e Gabriele Duma, Capatosta di  Enrico Messina, Medea di Alessandra Cutolo e Frédérique Loliée, Romeo e Giulietta non sono morti di Salvatore Caruso e Tonia Garante, Piccoli fiammiferai di Giovanna Facciolo e Mariachiara Raviola, La ferita – voci contro la camorra di Mario Gelardi, Storie della preistoria di Fausta Manno e Gianni Silano, Piccoli Funerali di Maurizio Rippa, Il deficiente di Gaetano Colella e Gianfranco Berardi per il quale realizza anche i costumi.

Segue, fin dal suo inizio, il lavoro artistico di AidaTalliente realizzando lo spazio scenico di Sospiro d’anima (La storia di Rosa), e la veste grafica per Miniere e Il vangelo delle beatitudini.

Con Marina Rippa, sua compagna di vita e di arte, il sodalizio prosegue anche dopo lo scioglimento della compagnia libera mente, occupandosi della grafica e delle scelte poetiche del  progetto  La scena delle donne – percorsi teatrali con le donne a Forcella  per l’associazione f.pl. femminile plurale.

Collabora alla mostra Omaggio a Pina Bausch a Bologna, un allestimento di 100 fotografie di Francesco Carbone che ritraggono alcuni spettacoli di Pina Bausch, realizzando un’installazione originale e dinamica che accompagna i movimenti della danza cristallizzati nelle fotografie.

Come illustratore e grafico segue diversi progetti e manifestazioni come Musicometa, con la direzione artistica di Livia Mazzanti e La scena sensibile de I Treatrini.

Nel 2003 avvia la collaborazione con Tuttoteatro.com creando un’intensa collezione di immagini, segnate dalle sue profonde riflessioni d’artista e sempre legate alle tematiche che affliggono la nostra contemporaneità. Opere realizzate ogni anno anche in forma di locandina/manifesto a partire dalla prima edizione del Premio Dante Cappelletti e dal 2012 del Premio Renato Nicolini. Immagini uniche che colgono ogni anno lacerazioni e fermenti culturali della nostra società. Per Tuttoteatro.com espone nel 2008 la serie Oro (13 tavolette di oro zecchino) nella mostra memorie > coincidenze, crea inoltre nel 2018 l’opera Folla, tavoletta con foglia d’ oro zecchino in copia unica, donata alle vincitrici del premio Miglior Teaser Tuttoteatro.com.

Il suo è stato un inarrestabile fermento artistico, sempre dedito alla reinterpretazione e creazione della realtà attraverso i suoi oggetti, molti dei quali esposti agli sguardi degli spettatori, altri, invece, ancora custoditi tra le mura di casa, quel nido intimo dal quale la sua ispirazione nasceva. Delicata e poetica.

https://massimostaich.wordpress.com/

Immagini Premi Tuttoteatro.com 2020

Marzo 5th, 2021 by

Una selezione degli scatti di Michele Tomaiuoli del Premio Tuttoteatro.com 2020

Spettacoli in concorso

Roberto Corradino | Diario Di Pinocchio 20202065
[Vincitore] 21 novembre 2020 e 12 dicembre 2020 in streaming

Paola Di Mitri | Vita amore Morte Rivoluzione
[Menzione speciale] 21 novembre 2020 e 12 dicembre 2020 in streaming

Dario Aita/nO (Dance First. Think Later) | Un passo nell’ombra
[finalista] 22 novembre 2020 e 12 dicembre 2020 in streaming

Adam Mazur e le intolleranze sentimentali | Collettivo LaCorsa
[finalista] 22 novembre 2020 e 11 dicembre 2020 in streaming

La voce | FZU35-Flowing Streams
[finalista] 22 novembre 2020 e 12 dicembre 2020 in streaming

Adam Mazur e le intolleranze sentimentali | Collettivo LaCorsa
[finalista] 22 novembre 2020 e 11 dicembre 2020 in streaming

Buoni a nulla | Lorenzo Ponte/Occhi aperti teatro
[finalista] 22 novembre 2020 e 11 dicembre 2020 in streaming

S/He metamorphoseon | Compagnia Caterpillar
[semifinalista] 20 novembre 2020

Cristòtem | Elvira Scorza
[semifinalista] 21 novembre 2020

Victor&Frankenstein | Compagnia Oderstrasse
[semifinalista] 20 novembre 2020

Cellophane | Dramma in un atto e due pubblicità | Compagnia VulìeTeatro
[semifinalista] 21 novembre 2020

Out | MonoNoAware Dance Project
[semifinalista] 20 novembre 2020

Il discorso dell’onorevole | Nutrimenti Terrestri
[semifinalista] 20 novembre 2020

Quaranteno Clown | Sergio Longobardi
[semifinalista] 22 novembre 2020

La giostra Del Moro | Nuovo Teatro Sanità
[semifinalista] 22 novembre 2020

Inno Nazionale #2 | Roma | Mirko Feliziani
[semifinalista] 21 novembre 2020

Quando le porte delle case resteranno di nuovo aperte | Nutrimenti Terrestri
[semifinalista] 21 novembre 2020

Fuga dall’Egitto | Miriam Selima Fieno
[semifinalista] 20 novembre 2020

La tappa in salita | Associazione Primo Aiuto/Compagnia Liberaimago
[semifinalista] 22 novembre 2020

Video del Premio Dante Cappelletti 2020

Gennaio 21st, 2021 by

I video del Premio Tuttoteatro.com alle arti sceniche Dante Cappelletti 2020 Teatro India 10-11-12-13 dicembre 2020

Artisti e compagnie ospiti

FINALISTI

Roberto Corradino | Diario Di Pinocchio 20202065
[Vincitore] 21 novembre 2020 e 12 dicembre 2020 in streaming

Buoni a nulla | Lorenzo Ponte/Occhi aperti teatro
[finalista] 22 novembre 2020 e 11 dicembre 2020 in streaming

Adam Mazur e le intolleranze sentimentali | Collettivo LaCorsa
[finalista] 22 novembre 2020 e 11 dicembre 2020 in streaming

Dario Aita/nO (Dance First. Think Later) | Un passo nell’ombra
[finalista] 22 novembre 2020 e 12 dicembre 2020 in streaming

Paola Di Mitri | Vita amore Morte Rivoluzione
[Menzione speciale] 21 novembre 2020 e 12 dicembre 2020 in streaming

Il cabaret dei vizi capitali | Teatrino a due Pollici – Serena Pecoraro
[finalista] 20 novembre 2020 al 12 dicembre 2020 in streaming

La voce | FZU35-Flowing Streams
[finalista] 22 novembre 2020 e 12 dicembre 2020 in streaming

SEMIFINALISTI

S/He metamorphoseon | Compagnia Caterpillar
[semifinalista] 20 novembre 2020

Victor&Frankenstein | Compagnia Oderstrasse
[semifinalista] 20 novembre 2020

Out | MonoNoAware Dance Project
[semifinalista] 20 novembre 2020

Il discorso dell’onorevole | Nutrimenti Terrestri
[semifinalista] 20 novembre 2020

Fuga dall’Egitto | Miriam Selima Fieno
[semifinalista] 20 novembre 2020 (Per le tematiche affrontate, non verrà pubblicato il video come da richiesta dell’autrice.)

Fuga dall’Egitto | Miriam Selima Fieno 2020

Quando le porte delle case resteranno di nuovo aperte | Nutrimenti Terrestri
[semifinalista] 21 novembre 2020

Cristòtem | Elvira Scorza
[semifinalista] 21 novembre 2020

Cellophane | Dramma in un atto e due pubblicità | Compagnia VulìeTeatro
[semifinalista] 21 novembre 2020

Inno Nazionale #2 | Roma | Mirko Feliziani
[semifinalista] 21 novembre 2020

Quaranteno Clown | Sergio Longobardi
[semifinalista] 22 novembre 2020

La giostra Del Moro | Nuovo Teatro Sanità
[semifinalista] 22 novembre 2020

La tappa in salita | Associazione Primo Aiuto/Compagnia Liberaimago
[semifinalista] 22 novembre 2020

Foto di backstage 2020

Gennaio 20th, 2021 by

Le foto del backstage delle finali del Premio Tuttoteatro.com alle arti sceniche Dante Cappelletti 2020 che si sono svolte al Teatro India, Roma.

Galleria fotografica backstage al Teatro India

Foto di Michele Tomaiuoli, Giuliana Fiore ed Eleonora Caratelli.

Teatro India dal 10 al 13 dicembre 2020

Una mostra 3d racconta tuttoteatro.com 2020 in digitale.

Dicembre 16th, 2020 by

All’interno della galleria 3d

Mostra delle immagini/manifesto di Massimo Staich (2004/2019)

Massimo Staich (artista, scenografo e grafico)

Autore del concept grafico per Tuttoteatro.com dal 2003. Nel ‘92 Fonda, con Marina Rippa, Davide Iodice, Raffaele Di Florio e altri, la compagnia Libera mente. Scenografo tra gli altri per: Sospiro d’anima e Miniere A.Talliende, Capatosta di G.Colella, Act of Mercy di A.Tudisco, Romeo e Giulietta non sono morti di S.Caruso e T.Garante. Collabora alla mostra Pina Bausch. Il sogno (Bo) e a video come Matrici, un rito di A. Asuni e M. Rippa, creatore di opere d’arte tra cui la serie Oro.

Una mostra fotografica (2004/2019) con foto di Ulisse&Cannene, Michele Tomaiuoli

tredici edizioni per immagini
in collaborazione con l’Università Roma Tre

I video-slideshow di Daria Di Lernia

  • dedicati a
  • Giacomo Verde
  • Al Premio Renato Nicolini
  • Al Premio Dante Cappelletti
  • Alle immagini di Massimo Staich

 

CS Vincitori dei Premi Tuttoteatro.com 2020

Dicembre 14th, 2020 by

PREMI TUTTOTEATRO.COM 2020
ALLE ARTI SCENICHE “DANTE CAPPELLETTI” – quattordicesima edizione
a Diario di Pinocchio 20202065 di Roberto Corradino
“RENATO NICOLINI” – settima edizione alla memoria di Giacomo Verde
MIGLIOR TEASER – seconda edizione a Bateau di Valeria Mutinelli

Dopo tre giorni di allestimenti presso il Teatro India e di fruizione online per il pubblico, e dopo l’attribuzione del Premio Tuttoteatro.com Miglior Teaser a Bateau di Valeria Mutinelli, domenica 13 dicembre si sono concluse le finali dei Premi Tuttoteatro.com con la proclamazione del progetto vincitore della quattordicesima edizione del Premio Tuttoteatro.com alle arti sceniche “Dante Cappelletti”. Si è aggiudicato il premio di produzione di 6mila euro il progetto: Diario di Pinocchio 20202065 di Roberto Corradino.

La giuria del premio dedicato al critico toscano Dante Cappelletti, composta da Paola Ballerini (presidente), Massimo Marino, Rossella Menna, Viviana Raciti, Attilio Scarpellini e Mariateresa Surianello ha attribuito una menzione speciale a Vita Amore Morte e Rivoluzione di Paola Di Mitri:

Per aver intrecciato personale e sociale; per aver individuato quel sentimento di riconoscibilità e straniamento del ritorno a casa da parte delle seconde generazioni; per aver messo in luce la ferita aperta che appartiene alla città di Taranto, individuandone una geografia urbanistica, sentimentale e sensoria, la giuria del Premio Tuttoteatro.com alle arti sceniche Dante Cappelletti conferisce una menzione speciale a Vita Amore Morte e Rivoluzione. Lo studio, diretto e interpretato da Paola Di Mitri, recupera quella volontà civile del teatro documentario e lo riporta in uno spazio estetico che è videografico e scenico insieme. Una pluralità di voci e segni che rivivono nelle connessioni telematiche della nostra era e si diffondono per le vie del cimitero “che sa di uovo ma invece è gas”, lasciando all’attrice il ruolo di testimone, a ricostruire le tracce del passato per approdare a un atto di denuncia. Il progetto Vita Amore Morte e Rivoluzione di Paola Di Mitri ha anche ricevuto il Premio della Giuria Popolare.

Il Premio Tuttoteatro.com alle arti sceniche Dante Cappelletti 2020 è stato assegnato con la seguente motivazione:

Sfruttando uno dei pochi grandi luoghi comuni della letteratura nazionale che sia anche un mito dello spettacolo contemporaneo, Roberto Corradino torna con Diario di Pinocchio 20202065 sul luogo del delitto di ogni moderna nascita artistica: un’adolescenza smisuratamente lunga che si rifiuta di entrare nell’età adulta e preferisce soccombere o dileguarsi piuttosto che tradire se stessa e la smodatezza dei propri sogni. Imbastito con gli esigui frammenti di una leggenda sfacciatamente personale, il suo diario è un itinerario performativo ambientato in quella che potrebbe essere una scuola, una prigione o un museo, ma che a conti fatti è soltanto una scena disseminata di ready-mades e di tracce autobiografiche vere o presunte dove la risata anarchica del burattino che non vuole diventare bambino si confonde con la feroce parodia del mainstream artistico contemporaneo. Una visita guidata governata da una presenza scenica carismatica che con ironia e disinvolta, quanto dolente auto-ironia mette a nudo la marginalità di ogni arte e di ogni vita artistica nel mondo in cui la cultura è da tempo divenuta una merce e un consumo tra gli altri. E se come scriveva Guy Debord, “la saggezza non arriverà mai” – perché è solo un altro conformismo – Roberto Corradino conferma, con la coerenza del suo percorso di autore e di attore, che il teatro, sempre sull’orlo del fallimento, resta uno degli ultimi spazi in cui la scintilla di un’altra verità possa tornare a brillare almeno per un momento.

Lo spettacolo vincitore e quello menzionato vengono da una regione, la Puglia, che, pur di fronte a gravi insensibilità istituzionali, sta rivelando un fertile panorama di artisti, indipendenti, originali, spesso fuori dai ranghi.

Domenica sera, dopo aver assistito alla performance di Stefano Taiuti, è stato anche attribuito il Premio Tuttoteatro.com “Renato Nicolini” alla memoria di Giacomo Verde, con le seguenti motivazioni alla presenza del figlio Tommaso: Il riconoscimento del Premio Tuttoteatro.com intitolato a Renato Nicolini “punta a individuare, nel panorama nazionale e internazionale, una personalità della cultura che si sia distinta nella progettazione, nella cura e nel sostegno delle attività culturali e artistiche”, magari con qualche scarto dalle norme riconosciute, con qualche invenzione da “mossa del cavallo”, come erano quelle del caro architetto-assessore-animatore e produttore di teatro e cultura. Per questi motivi, quest’anno vogliamo attribuirlo alla memoria di un pioniere, di uno sperimentatore totale: Giacomo Verde. In un annus horribilis che ha eliminato, per molti mesi, il rapporto empatico dello spettacolo dal vivo, sostituendolo con pallidi surrogati online, rinchiudendoci ancora di più nelle nostre case e in digitali mondi autoreferenziali, un riconoscimento come questo vuole premiare una vita curiosa e sempre rischiosa che su quelle frontiere ha ricercato, varcando e forzandone i confini. Giacomo Verde fu prima cantastorie in narrazioni e ottava rima. Poi video artista e video sperimentatore, che mai delegava al mezzo tecnico la relazione, usando video, riprese, forme digitali spesso dal vivo, in relazione con corpi recitanti e con gli spettatori, creando importanti cortocircuiti, sempre con rimandi forti alla necessità di una condivisone.  Alla sua opera ardita e spesso non riconosciuta, fuori dai riflettori dei media, puntata a smontare le illusioni mediatiche senza demonizzarle, anzi facendone rifulgere le possibilità, anche mitopoietiche, dedichiamo il premio dell’edizione 2020, come un’incitazione alla ricerca e all’originalità inventiva.

Le premiazioni sono state tradotte in LIS per le persone sorde e ipoudenti.

Viti, tappi, code di sirena, scarpe a vela e fuochi d’artificio, tra artigianato e danza, con un travolgente effetto domino, la narrazione accumula scene dal carattere precisamente teatrale che ci immergono in una fantasmagoria marittima di forme e assonanze. Pescando dalla cassetta degli attrezzi dell’immaginario infantile e trasfigurando gli oggetti quotidiani in una dimensione meravigliosamente poetica, il teaser accompagna il flusso di sorprese a una lirica dolcissima, che trasforma il corpo dell’attore nel demiurgo di un mondo immaginario.

La compattezza drammaturgica, la precisione delle inquadrature e l’equilibrio tra il linguaggio della scena e quello audiovisivo, suscitano la nostalgia del teatro, lasciandoci carichi di aspettative per uno spettacolo che si preannuncia delicato e coinvolgente. 

Con queste motivazioni la Giuria composta da Federico Betta (coordinatore), Fiorenza Menni, Marina Pellanda, Leopoldo Santovincenzo e Claudia Sorace ha assegnato il Premio Tuttoteatro.co Miglior Teaser 2020 – seconda edizione, a Bateau di Valeria Mutinelli.

La manifestazione, ideata e diretta da Mariateresa Surianello, è realizzata con il contributo della Regione Lazio – Direzione Regionale Cultura e Politiche Giovanili. Il progetto è vincitore dell’Avviso Pubblico “Contemporaneamente Roma 2020 2021 2022” e fa parte di Romarama, il palinsesto culturale promosso da Roma Capitale, ed è realizzato in collaborazione con SIAE.

Finali Premi Tuttoteatro.com 2^ giornata di diretta streaming – 11 dicembre 2020

Dicembre 10th, 2020 by

PROGRAMMA Premi Tuttoteatro.com 2020

VENERDI 11 DICEMBRE

ore 21.00

> Presentazione

> Finalisti della quattordicesima edizione del Premio Tuttoteatro.com alle arti sceniche Dante Cappelletti

Vita Amore Morte e Rivoluzione – Paola Di Mitri | Roma
Buoni a nulla – Lorenzo Ponte/Occhi aperti teatro | Milano
Adam Mazur e le Intolleranze Sentimentali – Collettivo LaCorsa | Napoli

ore 22.00

> ospite fuori concorso

Luca 4,24 – Maiotti/Sesti/Renzi

Anteprima nazionale

Progetto di spettacolo vincitore Cappelletti 2019

con Mattia Maiotti e Alessandro Sesti
regia e coreografie Debora Renzi
drammaturgia Alessandro Sesti
musiche Grandi insegne il Grande allibratore
tecnica e luci Marco Andreoli
Co-produzione Infinito, Centro di Residenza della Toscana (Armunia – CapoTrave/Kilowatt), Strabismi e Teatro Thesorieri di Cannara
Realizzato con il sostegno produttivo di Periferie Artistiche Centro Residenze Regione Lazio, CURA – Corsia Of, Regione Umbria
Si ringraziano CURA – Spazio Zut, Giacomo Sette, Alfonso Russi

Luca Arena è un ragazzo siciliano di 24 anni che gestisce un’azienda di pompe funebri. Facendo questo lavoro ha scoperto che la mafia tiene in piedi un mercato della morte. Le chiamano “le ambulanze della morte”. Se apri un’attività in queste zone, hai anche la certezza che il pizzo dovrai pagarlo. I boss muoiono e cambiano, ma il pizzo resta, anzi aumenta. Luca si vuole sposare, ma se “la tassa” aumenta, i risparmi per il matrimonio non ci saranno mai. Il giorno in cui il padre di un suo amico muore Luca decide di denunciare. Un solo giorno e la vita di Luca è compromessa. Devono nasconderlo, i carabinieri sanno che la sua condanna a morte è stata emessa. Anche trasferirlo non sarà più sufficiente. L’oblio è l’unica soluzione. La sua identità sarà cancellata. Luca deve morire per non essere ammazzato.

Con Luca 4,24 nasce la collaborazione tra Alessandro Sesti e 2MaD Collective (Mattia Maiotti e Debora Renzi).
Alessandro Sesti è attore e autore che dal 2015 si occupa principalmente di teatro di narrazione e di progetti sonori intorno alla fiaba. È fondatore e direttore artistico del Festival Strabismi.
Mattia Maiotti si avvicina alla danza all’età di 11 anni studiando classico, modern, contemporaneo e hip hop con insegnanti della scena italiana ed Internazionale. Dall’incontro con Afshin Varjavandi, approfondisce gli studi delle danze urbane e nel Collettivo INC InNprogressCollective, con cui collabora dal 2011 fino a oggi.
Debora Renzi si laurea alla Northern School of Contemporary Dance di Leeds (UK). Frequenta il corso di perfezionamento Modem con la compagnia Zappalà. Ha lavorato con compagnie quali Peter Lovatt, DejaDonne, Oplas, OcchisulMondo e InNprogresCollective. Dal 2012 si occupa di formazione in diverse strutture del centro Italia.

Sono in programma online le mostre digitalizzate sotto forma di cataloghi sfogliabili:
Locandine/manifesti di Massimo Staich
Una memoria fotografica 2004-2019

Premi Tuttoteatro.com 2020
alle arti sceniche Dante Cappelletti
Renato Nicolini
Miglior Teaser

direzione Mariateresa Surianello
organizzazione Elisabetta Mancini, Elisa Bianchi
immagine Massimo Staich
logistica Federico Betta, Ramona Genna
web e video Elisabetta Mancini
traduzioni Kathy Badigan
fotografie Michele Tomaiuoli
tecnica Silvia Fratini, Raoul Terilli
stagiste Eleonora Caratelli, Giuliana Fiore
amministrazione Luigi Schiavon, Alberto Sciuto

streaming Federico Betta
slideshow Daria Di Lernia
musiche Stefano De Fiores

comunicazione Carla Romana Antolini
crantolini@gmail.com +39 393 9929813

Tutti gli incontri sono tradotti in LIS per le persone sorde e ipoudenti.

Finali Premi Tuttoteatro.com 1^ giornata di diretta streaming – 10 dicembre 2020

Dicembre 10th, 2020 by

PROGRAMMA Premi Tuttoteatro.com 2020

GIOVEDI 10 DICEMBRE

ore 21.00

> Presentazione

> Visione video finalisti della seconda edizione del Premio Tuttoteatro.com Miglior Teaser

Bateau di Valeria Mutinelli | Padova
Un po’ di più di Bernabéu/Covello | Palermo
Socrate il sopravvissuto – come le foglie di Anagoor | Castelfranco Veneto (Tv)

> Premiazione Miglior Teaser

ore 22.00

> ospiti fuori concorso

Illusion

di Fabio Omodei

Compagnia Sofia Amendolea
con i neo diplomati dell’Accademia Teatrale di Roma Sofia Amendolea: Federica Baietti, Francesca Giancaspro, Gabriele Giusti, Rebecca La Torre, Rosy Lo Calio, Federica Prencipe, Luisa Rolli, Diandra Selvaggio, Silvia Violante

costumi e scenografie Monica Raponi

coreografie Fabio Omodei
ombre Fabio Omodei e Monica Raponi
produzione Compagnia Sofia Amendolea – Legge 180 Teatro

Lo spettacolo Illusion racconta il senso di colpa, racconta la morte e lo fa attraverso una favola. Un uomo e una donna sono al lago in una piccola barca. “Devo dirti una cosa importante”. Cadono in acqua. Si trovano in un luogo surreale. Nove donne tutte uguali, come in una gravidanza. Che cosa è successo? Lui vive solo nell’ombra. Chi è morto? Lui o lei? È una storia d’amore che si trasforma in una storia di morte. La morte è una condizione permanente. È molto doloroso. La fine delle funzioni biologiche… Una condizione irreversibile… La fine di un sistema organizzato funzionalmente… La conclusione definitiva di un periodo di tempo regolato e ordinato… Ombre, Coreografie, Corpo in una favola che parla di amore e di morte. Come superare un senso di colpa? Amore per tuo figlio, amore per te stesso. Amore per la persona che ami.

La Compagnia Sofia Amendolea è composta da attori diplomati presso l’Accademia Teatrale di Roma Sofia Amendolea, con la direzione artistica di Paolo Alessandri e Fabio Omodei. La Compagnia è attiva in Italia e all’estero, ospite di festival nazionali e internazionali. In collaborazione con l’Associazione Legge 180 Teatro, la Compagnia ha presentato in anteprima nazionale all’Argentina di Roma Jerusalem Romeo Juliet, scritto da Alessandri e diretto da Omodei, mentre Illusion ha debuttato in Egitto al Teatro Nazionale di Sharm el Sheikh, inaugurando il Festival Internazionale di Teatro.

 

Sono in programma online le mostre digitalizzate sotto forma di cataloghi sfogliabili:
Locandine/manifesti di Massimo Staich
Una memoria fotografica 2004-2019

 

Premi Tuttoteatro.com 2020
alle arti sceniche Dante Cappelletti
Renato Nicolini
Miglior Teaser

direzione Mariateresa Surianello
organizzazione Elisabetta Mancini, Elisa Bianchi
immagine Massimo Staich
logistica Federico Betta, Ramona Genna
web e video Elisabetta Mancini
traduzioni Kathy Badigan
fotografie Michele Tomaiuoli
tecnica Silvia Fratini, Raoul Terilli
stagiste Eleonora Caratelli, Giuliana Fiore
amministrazione Luigi Schiavon, Alberto Sciuto

streaming Federico Betta
slideshow Daria Di Lernia
musiche Stefano De Fiores

comunicazione Carla Romana Antolini
crantolini@gmail.com +39 393 9929813

Tutti gli incontri sono tradotti in LIS per le persone sorde e ipoudenti.

Illusion – Compagnia Sofia Amendolea – regia di Fabio Omodei ospite dei Premi Tuttoteatro.com 2020

Dicembre 9th, 2020 by

Ospite dei Premi Tuttoteatro.com 2020
10 dicembre 2020 – ore 22:00

ILLUSION

regia Fabio Omodei
con Federica Baietti, Francesca Giancaspro, Gabriele Giusti, Rebecca La Torre, Rosy Lo Calio, Federica Prencipe, Luisa Rolli, Diandra Selvaggio, Silvia Violante
costumi e scenografie Monica Raponi
coreografie Fabio Omodei
ombre Fabio Omodei e Monica Raponi
produzione Compagnia Sofia AmendoleaLegge 180 Teatro

Lo spettacolo Illusion racconta il senso di colpa, racconta la morte e lo fa attraverso una favola. Un uomo e una donna sono al lago in una piccola barca. “Devo dirti una cosa importante”. Cadono in acqua. Si trovano in un luogo surreale. Nove donne tutte uguali, come in una gravidanza. Che cosa è successo? Lui vive solo nell’ombra. Chi è morto? Lui o lei? È una storia d’amore che si trasforma in una storia di morte. La morte è una condizione permanente. È molto doloroso. La fine delle funzioni biologiche… Una condizione irreversibile… La fine di un sistema organizzato funzionalmente… La conclusione definitiva di un periodo di tempo regolato e ordinato… Ombre, Coreografie, Corpo in una favola che parla di amore e di morte. Come superare un senso di colpa? Amore per tuo figlio, amore per te stesso. Amore per la persona che ami.

La Compagnia Sofia Amendolea è composta da attori diplomati presso l’Accademia Teatrale di Roma Sofia Amendolea, con la direzione artistica di Paolo Alessandri e Fabio Omodei. La Compagnia è attiva in Italia e all’estero, ospite di festival nazionali e internazionali. In collaborazione con l’Associazione Legge 180 Teatro, la Compagnia ha presentato in anteprima nazionale all’Argentina di Roma Jerusalem Romeo Juliet, scritto da Alessandri e diretto da Omodei, mentre Illusion ha debuttato in Egitto al Teatro Nazionale di Sharm el Sheikh, inaugurando il Festival Internazionale di Teatro.

  • Illusion compagnia sofia amendolea
  • Illusion compagnia sofia amendolea
  • Illusion compagnia sofia amendolea
  • Illusion compagnia sofia amendolea

Comunicato Stampa Finale Premi Tuttoteatro.com 2020

Dicembre 5th, 2020 by

 

PREMI TUTTOTEATRO.COM 2020
ALLE ARTI SCENICHE “DANTE CAPPELLETTI” – quattordicesima edizione
“RENATO NICOLINI” – settima edizione
MIGLIOR TEASER – seconda edizione

Da giovedì 10 a domenica 13 dicembre 2020 in streaming dal Teatro India, l’Associazione Tuttoteatro.com presenta le finali dei Premi Tuttoteatro.com alle arti sceniche “Dante Cappelletti” e Miglior Teaser nonché l’assegnazione del “Renato Nicolini”. La manifestazione, ideata e diretta da Mariateresa Surianello, è realizzata con il contributo della Regione Lazio – Direzione Regionale Cultura e Politiche Giovanili. Il progetto è vincitore dell’Avviso Pubblico “Contemporaneamente Roma 2020 2021 2022” e fa parte di Romarama, il palinsesto culturale promosso da Roma Capitale, ed è realizzato in collaborazione con SIAE.

Quattro giornate di spettacoli, incontri e laboratori in streaming ad accesso gratuito per continuare, in un momento così difficile per i lavoratori dello spettacolo, a promuovere, diffondere, valorizzare e sostenere le arti sceniche nella loro complessità, nonché i teaser come nuova forma di espressione artistica, la ricerca e la sperimentazione dei linguaggi, fino alla produzione di nuove opere e il coinvolgimento di nuovi pubblici, anche con traduzioni simultanee in LIS.

Giovedì 10 dicembre verranno mostrati i tre teaser finalisti selezionati dalla giuria, composta da Federico Betta (coordinatore), Fiorenza Menni, Marina Pellanda, Leopoldo Santovincenzo, Claudia Sorace e verrà proclamato il vincitore, che riceverà l’opera “Folla” di Massimo Staich,
tavoletta con foglia d’oro zecchino, in copia unica, e un premio di 500 euro, quale contributo alla distribuzione. I tre finalisti della seconda edizione del Premio Tuttoteatro.com Miglior Teaser sono: Bateau di Valeria Mutinelli; Un po’ di più di Bernabéu/Covello; Socrate il sopravvissuto – come
le foglie di Anagoor.

Lo stesso giorno verrà presentato lo spettacolo Illusion di Fabio Omodei con la Compagnia Sofia Amendolea. Lo spettacolo che rende protagonisti i giovani neodiplomati dell’Accademia Teatrale di Roma Sofia Amendolea, in un contesto professionale, racconta il senso di colpa, racconta la morte
e lo fa attraverso una favola. Un uomo e una donna sono al lago in una piccola barca, cadono in acqua e si trovano in un luogo surreale.

La giuria del premio dedicato al critico Dante Cappelletti, composta da Paola Ballerini (presidente), Massimo Marino, Rossella Menna, Viviana Raciti, Attilio Scarpellini e Mariateresa Surianello, tra i semifinalisti ha selezionato i sette progetti che verranno presentati online in forma di studio scenico con una durata massima di 20 minuti.

Venerdì 11, ore 21.00: Vita Amore Morte e Rivoluzione – Paola Di Mitri | Roma; Buoni a nulla – Lorenzo Ponte/Occhi aperti teatro | Milano; Adam Mazur e le Intolleranze Sentimentali – Collettivo LaCorsa | Napoli

Sabato 12 dicembre, ore 21.00: Un passo nell’ombra – Dario Aita/nO (Dance first. Think later) | Roma; Diario di Pinocchio 20202065 – Roberto Corradino | Bari; Il cabaret dei vizi capitali – Teatrino a due pollici-Serena Pecoraro | Bologna; La voce – FZU35 Flowing Streams | Venezia.
Tra i sette finalisti la giuria comunicherà nella serata finale del 13 dicembre l’opera vincitrice, alla quale andrà un premio di 6.000,00 euro quale contributo alla produzione.

Venerdì 11 e sabato 12 verranno presentate al pubblico le anteprime degli spettacoli che hanno vinto il Premio Tuttoteatro.com alle arti sceniche Dante Cappelletti 2019.

Venerdì 11 dicembre, ore 22.00 verrà presentata l’anteprima nazionale del progetto di spettacolo Luca 4,24 di Maiotti/Sesti/Renzi, con Mattia Maiotti e Alessandro Sesti, regia e coreografie Debora Renzi, drammaturgia Alessandro Sesti, musiche Grandi insegne il Grande allibratore, tecnica e luci
Marco Andreoli. Luca Arena è un ragazzo siciliano di 24 anni che gestisce un’azienda di pompe funebri. Facendo questo lavoro ha scoperto che la mafia tiene in piedi un mercato della morte. Il giorno in cui il padre di un suo amico muore Luca decide di denunciare. Un solo giorno e la vita di Luca è compromessa. Luca deve morire per non essere ammazzato.

Sabato 12 dicembre, ore 22.30 verrà presentata l’anteprima nazionale del progetto di spettacolo La vacca di Beat Teatro – Napoli, di Elvira Buonocore, regia Gennaro Maresca, con Vincenzo Antonucci, Anna De Stefano, Gennaro Maresca e assistente alla regia Roberta de Pasqua.
Emarginazione omologazione, biologia e turbamento di cuore di un’estate torrida in una periferia napoletana. La vacca racconta il desiderio e la sua fragile, radicale esistenza, fuori dalle logiche del benessere e del potere. Una storia di amore e di animali i cui corpi, stando al mondo, sono
pronti al saccheggio.
Il progetto di spettacolo La Vacca è risultato anche vincitore della giuria popolare del 2019.

Domenica 13 dicembre, per la serata delle premiazioni, il performer romano, attualmente basato a Berlino, Stefano Taiuti presenterà Anthropometry, dove pensando alla scienza che misura il corpo umano, è stata realizzata una macchina semplice, formata da 28 carrucole che connettono
le parti del corpo del performer a 14 contrappesi, 7 per lato, una macchina teatrale che della scenotecnica rinascimentale adotta i contrappesi in tela di canapa colmi di sabbia, macchina costume e palco insieme… macchina semplice ma motore metaforico complesso per suggestioni e
associazioni.
La manifestazione si concluderà con la premiazione del vincitore del Premio Tuttoteatro.com alle arti sceniche Dante Cappelletti e la consegna del Premio Tuttoteatro.com Renato Nicolini alla memoria di Giacomo Verde, tra i primi italiani a realizzare opere di arte interattiva e net-art. E’
stato autore, attore, performer, musicista, video scenografo e regista che ha portato in teatro le nuove tecnologie per riflettere e sperimentare ludicamente sulle mutazioni tecno-antropo-logiche in atto e creare connessioni tra i diversi generi artistici.

Nei quattro giorni sono in programma online le mostre virtuali dedicate alle illustrazioni di Massimo Staich, alle foto di quindici anni dei Premi Tuttoteatro.com, un omaggio a Renato Nicolini ed uno a Giacomo Verde.

Per sostenere lo spettacolo dal vivo e immaginare nuovi pubblici un laboratorio di accompagnamento alla visione condotto da Daniele Aureli assegnerà il premio della giuria popolare, mentre Elena Vanni condurrà un laboratorio di visione critica per studenti.
Tutti gli incontri sono tradotti in LIS per le persone sorde e ipoudenti.

dal 10 al 13 dicembre, ore 20.30
sul sito www.tuttoteatro.com
e sulla pagina Facebook
diretta streaming gratuita dal Teatro India

 

Comunicazione
Carla Romana Antolini
crantolini@gmail.com
+39 393 99 29 813